Best of Italy è una piattaforma digitale e multilingua, creata dalla società Doctum Doces S.R.L.S. di Martina Franca in collaborazione con importanti agenzie internazionali, con lo scopo di promuovere all’estero prodotti creati e realizzati in Italia. Un forte amore per l’Italia è alla base di questo progetto nato durante il lockdown dovuto alla crisi sanitaria causata dal Covid – 19. L’Italia è un Paese che ha più volte dimostrato che al pari dell’araba fenice è capace di risorgere dalle proprie ceneri. Il network Best of Italy è una vetrina per le realtà commerciali italiane che vogliono promuovere e vendere i propri prodotti all’estero, supportati da un team di professionisti che lavorano nel pieno rispetto di standard qualitativi alti. Il Made in Italy è tra i brand più conosciuti ed apprezzati al mondo. È il marchio simbolo di un processo lavorativo che nasce e si completa in Italia. La produzione italiana abbraccia vari settori. Si pensi alla moda, agli accessori, all’oreficeria. Da lungo tempo apprezzati, cercati ed acquistati anche all’estero. Il buongusto, la scelta dei materiali sempre eccellenti, l’ingegno, l’estro italiano rendono ogni prodotto unico. I professionisti italiani sono apprezzati oltre i confini della Penisola. Molte sono le opere artistiche, culturali, architettoniche di produzione italiana apprezzati nel mondo. Non meno importante è l’ambito automobilistico, l’affidabilità dei veicoli, lo stile che nulla ha da invidiare ad altri marchi stranieri e che rappresenta un’altra eccellenza italiana.Il cibo italiano, la varietà dei vini, degli spumanti. Frutto di anni di tradizione e duro lavoro, di impegno costante per far sì che i riconoscimenti ottenuti per la qualità aumentino sensibilmente nel corso del tempo. Il fiore all’occhiello del Made in Italy è sicuramente la storia italiana che si ritrova nelle tradizioni, negli usi e nei costumi. La storia non ha un prezzo, ha un valore. Probabilmente se l’Italia non avesse avuto il sole, il mare, la collina, gli Appennini, le Alpi molta della storia sarebbe stata diversa. La piattaforma Best of Italy è qui, nel 2020, con un progetto che punta alla valorizzazione delle eccellenze italiane, per poter crescere insieme e per lavorare in nome della qualità nel pieno rispetto delle tradizioni seppur con lo sguardo volto al futuro.  Nel corso degli anni il Made in Italy, vista la sua importanza anche economica, è stato vittima della contraffazione. Purtroppo, questo fenomeno disonesto ha avuto l’effetto di indebolire l’innovazione, ha inciso negativamente sul commercio e sugli investimenti diretti esteri. Non meno importante è l’effetto avuto sull’occupazione e sulle politiche di tutela ambientale. Nel momento in cui si acquistano prodotti contraffatti si potrebbe incorrere in rischi per la salute del consumatore. Non sempre, infatti, può esserci la tracciabilità e la certezza che nel processo produttivo siano state scelte materie prime di qualità. Ad oggi, l’indicazione del marchio d’origine non è concessa se l’attività di trasformazione non è svolta in Italia o se, anche se svolta nel nostro Paese, è piuttosto marginale. Le indicazioni di provenienza o origine false o fallaci sono punite ai sensi dell’articolo 517 del Codice penale.

Il marchio 100% Made in Italy è uno strumento volto alla tutela dei prodotti che esauriscono tutto il processo di produzione in Italia. L’obiettivo è consentire al consumatore di avere la garanzia sull’origine italiana e sulla qualità dei prodotti acquistati e viene rilasciata dall’Istituto per la Tutela dei Produttori Italiani. Altro impulso per l’economia oltre i confini nazionali è stata la globalizzazione. Un fenomeno che ha portato ad un aumento progressivo e capillare degli scambi e degli investimenti internazionali. Il libero scambio delle merci è stato possibile grazie all’abolizione delle barriere doganali; lo sviluppo dei trasporti su scala mondiale ha permesso di commercializzare i prodotti da una parte all’altra del globo. Tra i lati oscuri della globalizzazione vi è sicuramente la diffusione ed affermazione del fenomeno riguardante la delocalizzazione produttiva, ossia la dislocazione dell’attività produttiva in aree e Stati differenti da quelli in cui è presente la sede organizzativa dell’azienda.  La globalizzazione ha permesso di poter far circolare merci da uno Stato ad un altro, ma è indispensabile che ciascuna realtà nazionale non dimentichi le proprie origini, la propria storia, la propria cultura. Il Bel Paese è uno scrigno di ricchezze inestimabili che non devono essere svendute, ma devono essere sponsorizzate, promosse. L’Italia è tra i primi Paesi in Europa ad occuparsi di biodiversità, produzione biologica, sostenibilità ambientale dell’agricoltura. Questo primato è un valore aggiunto del Made in Italy. A tal proposito è nato il logo Made Green in Italy (istituito dall’articolo 21 della Legge 221/2015 recante Disposizioni in Materia Ambientale) per promuovere misure green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo e smisurato di risorse naturali.  Il 13 giugno 2018 è entrato in vigore il Decreto n° 56/ 2018 che stabilisce le modalità ed i requisiti per poter ottenere il riconoscimento.

Molto importanti per distinguere un prodotto di qualità da uno di dubbia qualità sono gli acronimi conosciuti e diffusi.

DOC: Denominazione di Origine Controllata, marchio volto a certificare la zona specifica di origini dell’uva impiegata per produrre i vini italiani;

DOCG: Denominazione di Origine Controllata e Garantita, attesta l’origine di un vino ed è riservata ai prodotti di maggior pregio;

IGT: Indicazione Geografica Tipica, marchio utilizzato per i vini da tavola che si possono produrre solo in determinate aree geografiche del nostro Paese;

DOP: Denominazione di Origine Protetta, atto a certificare alimenti di qualità, prodotti in un determinato territorio, la cui specificità dipende da fattori ambientali ed artigianali;

IGP: Indicazione Geografica Protetta, attesta la qualità oltre alla zona di produzione e di trasformazione di alcuni prodotti alimentari che si contraddistinguono per la loro prelibatezza;

STG: Specialità Tradizionale Garantita, marchio ideato dalla Comunità Europea per valorizzare alcuni prodotti di qualità e non si fonda su una specificità territoriale. La Comunità Europea ha scelto di tutelare determinati prodotti agro – alimentari in virtù dei loro tradizionali metodi di produzione e della loro composizione.

In questo fervente clima qualitativo, di ricercatezza, di studio, di analisi, di ricerca Best of Italy offre una vetrina importante per la promozione dei prodotti delle aziende partner. Nel particolare periodo storico che stiamo vivendo, Best of Italy offre la possibilità di poter raggiungere l’estero senza muoversi dalla propria azienda. Un sito green, con zero spreco di carta, che cerca di ridurre al minimo l’inquinamento, caratterizzato da un’attenzione ed un rispetto massimo per l’ambiente.  Le campagne marketing mirate ed accurate riguarderanno i Paesi europei per coinvolgere, in breve tempo, i Paesi extraeuropei. Esposizioni, fiere, riviste specializzate ed un sito multilingua facilmente accessibile e navigabile. Questo è quanto offre la piattaforma Best of Italy, professionalità e selezione sono le basi di un progetto che può solo crescere insieme ai propri partner.